Siamo clima neutrali

Assieme a Climate Partner abbiamo calcolato e compensato la nostra impronta di CO2 nel 2019.

Che cosa significa essere clima neutrali?

Sono clima neutrali le aziende, i processi e i prodotti che calcolano le proprie emissioni di CO2 e che le compensano attraverso dei progetti a tutela del clima riconosciuti a livello internazionale. Oltre alle attività volte a evitare e ridurre le emissioni, la compensazione di emissioni di CO2 è un ulteriore passo importante verso una tutela del clima a 360° gradi. Attenzione a non confondersi: clima neutrale non significa senza CO2. Un prodotto o un servizio che non generi CO2 non esiste praticamente perché significherebbe che non vengono generate emissioni di CO2 durante la produzione o l’erogazione del servizio. E nemmeno durante la lavorazione delle materie prime, della logistica o del confezionamento.

La nostra impronta di CO2 nel 2019 

ammonta a 4658 tonnellate.

 

Sin dall’inizio la nostra filosofia aziendale è stata impostata per operare in maniera sostenibile e nel rispetto dell’ambiente. Il calcolo del Corporate Carbon Footprint (impronta di CO2 complessiva dell’azienda) rappresenta per noi un tassello importante per lo sviluppo di un’ulteriore strategia di tutela del clima. Per questo motivo abbiamo deciso di rendere tutta la nostra azienda, inclusi tutti i prodotti che realizziamo, clima neutrale in collaborazione con ClimatePartner. Tutte le emissioni di gas a effetto serra che generiamo con la nostra attività vengono compensate tramite investimenti nel progetto di salvaguardia della foresta a Portel in Brasile.

 

Il progetto

Portel si trova nella regione amazzonica del Brasile. Il terreno è fertile, pianeggiante, facilmente accessibile e nella zona sono presenti numerosi porti. L’ambiente ideale per la coltivazione della soia. In Brasile nel solo periodo da gennaio a giugno 2020 è stata distrutto il 25% in più di foresta pluviale rispetto all’anno precedente. Si tratta del valore più alto mai raggiunto da quando si è iniziato a tenere traccia della superficie distrutta annualmente. In questo contesto si inserisce il progetto di salvaguardia della foresta di Portel in Brasile che mira al riconoscimento ai “Ribeirinhos”, ossia agli indigeni della foresta amazzonica, dei diritti fondiari ufficiali sui terreni della loro patria e quindi a tutelare la foresta pluviale dal disboscamento e dalla coltivazione di soia da parte dei giganti del settore agrario. In questo modo si garantisce anche che gli abitanti dell’Amazzonia, che figurano tra i cittadini più poveri in Brasile, abbiano mezzi di sostentamento a sufficienza. Qui puoi trovare tutti i dettagli del progetto: https://fpm.climatepartner.com/tracking/project/details/13323-2007-1001/1086/de

 

Il progetto di salvaguardia della foresta di Portel in Brasile come contribuisce alla tutela del clima?

Le foreste svolgono un ruolo estremamente importante perché assorbono la CO2, rappresentano una fonte di sostentamento per gli esseri umani e accolgono una biodiversità enorme. La finalità dei progetti di salvaguardia delle foreste è conservare a lungo nel tempo le foreste. Progetti di questo tipo rappresentano inoltre fonti di reddito alternative e opportunità di formazione per le popolazioni locali.

 

Per quale motivo RINGANA compensa le inevitabili emissioni di CO2 tramite un progetto di tutela del clima in Brasile?

1. I gas a effetto serra come la CO2 si distribuiscono in maniera uniforme nell’atmosfera pertanto la concentrazione di gas a effetto serra è pressoché identica ovunque sulla Terra. Ai fini della concentrazione globale dei gas a effetto serra e dell’effetto serra, è irrilevante in quale luogo sulla Terra si creano o vengono evitate le emissioni. Le emissioni che non possono essere evitate a livello locale possono essere quindi compensate tramite dei progetti di tutela del clima realizzati altrove.

2. Una cosa è certa: le nazioni industrializzate sono le principali responsabili del cambiamento climatico, ma le conseguenze più pesanti si ripercuotono sugli abitanti dei paesi in via di sviluppo. Pertanto è più che auspicabile che sia soprattutto in questi ultimi paesi che vengano adottati dei provvedimenti.

3. Ridurre le emissioni di CO2 non è sufficiente in sé per sé. È necessario potenziare enormemente i progetti che mirano a un’ulteriore riduzione dei gas a effetto serra, anche dei cosiddetti progetti di tutela del clima.

4. Le foreste svolgono un ruolo centrale nel nostro ecosistema perché neutralizzano i gas a effetto serra. La foresta pluviale amazzonica è la più grande al mondo. È fortemente minacciata dal disboscamento ed è nostra intenzione salvaguardarla.  

 

Il label ‘clima-neutrale’

Hai già notato il nuovo label sulla fattura? Il label “klimaneutral/clima neutrale” garantisce la massima trasparenza: digitando il numero ID su www.climatepartner.com oppure scansionando il QR code stampato potrai verificare il quantitativo di emissioni di CO2 che vengono compensate e quale progetto per la tutela del clima è stato sostenuto.

Climate_Partner_Company_Logo_EN

vai al sommario
vai al sommario

Nach Oben

Iscrizione alla newsletter

Con la registrazione accetto le Condizioni commerciali generali, la dichiarazione sulla privacy nonché le disposizioni per i cookies e la pubblicità su internet.

Annulla la newsletter